GESTIONE DELLE NOVITÀ SULLE PRESTAZIONI DI SICUREZZA

La zona pericolosa

“Solo i paranoici sopravvivono

~ Andy Grove
Fondatore e CEO di Intel

Benvenuto nel nuovo anno! Il momento perfetto per controllare la tua lista di controllo delle difficili sfide di sicurezza, dalla A alla Z. Sai: atteggiamento, consapevolezza, comportamento, consenso, cambiamento, comunicazione, conformità, compiacenza, cultura, decisioni, ambiente, attrezzature, concentrazione ... eccetera. ……. Fino a zero. Nessuno si fa male; tutti tornano a casa vivi e in buona salute alla fine della giornata.

Queste sfide sono semplici: sono semplicemente una o due parole, familiari a tutti i leader del pianeta.

Sono anche di vitale importanza: se non riesci a prenderti cura di queste sfide, prima o poi qualcuno si farà male. Ma non facile: se le sfide fossero state facili, sarebbero state risolte da tempo, una volta per tutte.

Questa è l'altra cosa di queste sfide: non vengono mai risolte. Una correzione è una soluzione una volta per tutte a un problema. Sfide come la conformità, la cultura e le attrezzature sono in un costante stato di degrado: senza l'investimento di energia, non si manterranno al livello necessario per ottenere zero danni. È così. Non ha senso ingannare te stesso facendoti pensare diversamente.

Il che ci porta alla sfida dell'autocompiacimento. È una sfida che va e viene. È la sfida che un leader guadagna come ricompensa per aver svolto un ottimo lavoro nella gestione delle prestazioni di sicurezza.

Ma poi, nessuna buona azione rimane mai impunita.

Uno stato d'animo

Viaggiare come ho fatto negli ultimi due decenni, incontrando leader di tutto il mondo, una sfida che affronto regolarmente è il linguaggio: assicurarmi di operare partendo da una comprensione comune delle parole. La sfida linguistica non si limita ad andare avanti e indietro tra l'inglese e un'altra lingua: come qualcuno ha saggiamente notato, l'Inghilterra e gli Stati Uniti sono due paesi divisi da una lingua comune.

Più vicino a casa, la prossima volta che sei seduto a pranzo con i tuoi compagni di lavoro, chiedi loro di definire "cultura". Probabilmente otterrai tante risposte diverse quante sono le persone sedute al tavolo. Lo capisco sempre, al World HQ. Non importa dove sia seduto il quartier generale del mondo.

La compiacenza è uno di quei tipi di parole. Lo usiamo sempre. Ma pressato per definire esattamente cosa sia l'autocompiacimento ……… .er …… um…. beh, lo sai quando lo vedi, giusto?

“La nostra gente non sta pensando. O controllando, come dovrebbero. "

Non è del tutto sbagliato; ma è ben lungi dall'essere esattamente corretto e può anche essere un po 'fuorviante. È ora di un piccolo aiuto dal tuo consulente di gestione. La compiacenza è uno stato d'animo: pensare che non ci sia pericolo; non c'è niente di cui preoccuparsi; niente andrà storto. La paura e il dubbio sono stati scacciati ... dal pensiero.

Caso in questione: nel gennaio 2018, ci sono molti investitori che pensano esattamente in questo modo ai loro portafogli. Forse non c'è niente di cui preoccuparsi. E forse il loro patrimonio netto è a rischio, perché c'è molto di cui preoccuparsi.

Ma sono solo soldi.

Compiacenza e sicurezza

Riempi una stanza con i leader, il compiacimento è garantito per presentarsi come una delle loro sfide di sicurezza più difficili. Per una buona ragione: quando i loro seguaci mostrano lo stato d'animo caratterizzato come compiacimento, non sono preoccupati. Non devono esserlo, perché niente andrà storto. Non c'è bisogno di concentrarsi sul compito da svolgere; non c'è bisogno di prestare molta attenzione ai dettagli e alle condizioni; non c'è bisogno di controllare e ricontrollare.

Lasciandoli liberi di pensare alle cose a cui vogliono davvero pensare. Cosa faranno nel fine settimana; cosa hanno fatto durante le vacanze. Non è che "non stiano pensando". Semplicemente non pensano a quello che stanno facendo, nel momento in cui lo stanno facendo. Nessuno dei quali è minimamente favorevole al lavoro in sicurezza.

Ovviamente, il modo più veloce per porre fine all'autocompiacimento sarebbe quello di avere una sorta di grande, brutto incidente. Questo renderà tutti preoccupati, spaventati e attenti. Ma questo non è il modo migliore, come è stato dimostrato da un gran numero di buoni leader che riescono a mantenere i loro seguaci sulle spine senza il beneficio di un fallimento.

Questo è l'aspetto del "compiacimento dei follower". Lo sai bene. Che dire del "compiacimento del leader?" I leader diventano compiacenti? E se lo fanno, che aspetto ha?

Certo che lo fanno: anche i leader sono normali esseri umani. Ebbene, la maggior parte di loro lo è.

Quindi, proprio come i loro seguaci, i leader affrontano la propria forma di compiacimento. In termini assoluti, il compiacimento del leader è un problema ancora più grande del compiacimento del follower: l'entità delle conseguenze di un leader compiacente è di gran lunga maggiore. Ma il compiacimento del leader sembra diverso: il suo aspetto è spesso qualcosa di diverso da ciò che la maggior parte dei leader è incline a pensare che sia.

Certo, c'è la linea di pensiero del leader "Buono è abbastanza buono". Le prestazioni di sicurezza, misurate rispetto ai pari, sono nella metà superiore (scegli la tua scelta), metà, terzo, quartile, decile: è abbastanza buono da soddisfare (fai la tua scelta) il capo, l'azienda, il Consiglio. Il CEO di Alcoa Paul O'Neill ha affrontato questo tipo di autocompiacimento il primo giorno della sua amministrazione. Da un vicepresidente senior, che non ha pensato molto a qualche nuovo ragazzo che si è presentato dall'esterno suggerendo che non eravamo al top del nostro gioco.

Altrimenti noto come resistenza.

Questo può e è successo. Ma nella maggior parte dei posti in cui vado, il "buono non è mai abbastanza buono" caratterizza il pensiero sulla sicurezza. Si chiama miglioramento continuo. Obiettivo di quest'anno: 10% inferiore a quello effettivo dell'anno scorso. Supponendo che l'anno scorso sia stato un buon anno.

Questa linea di pensiero non produrrà compiacimento, fintanto che sei il leader che deve capire il piano di miglioramento, e quindi fornire le prestazioni. Preoccupazione, ansia e persino paura sono più probabili.

Ma supponi di uscire da un anno senza danni. O è stato su una serie di anni di zero: zero, zero, zero ... O è uscito l'anno migliore di sempre. È qui che il problema dell'autocompiacimento può sollevare la sua brutta testa: "Ora che abbiamo risolto il problema della sicurezza ... .." o "Poiché le prestazioni di sicurezza sono sotto controllo ......." Avanti: ________ (riempire lo spazio vuoto).

Questo è esattamente ciò che suona l'autocompiacimento del leader: direttamente dalla bocca di leader compiacenti. Se ci sei stato e l'hai detto, non sentirti sopraffatto. Hai molta compagnia.

Il che suggerisce la natura del problema.

Questa è la zona di pericolo

Il fallimento produce molte cose, ma la compiacenza non è una di queste. In questo senso, il successo è un indicatore precoce di compiacenza. Non è una garanzia di compiacimento, ma la tentazione c'è sempre. Ci sono sempre richieste in competizione sul tempo e l'attenzione di ogni leader; quando alcuni aspetti delle prestazioni aziendali funzionano bene, è naturale che un leader si concentri sulla questione urgente del giorno ... settimana ... mese ... anno.

La verità è che i leader sono programmati per voler cercare i problemi e risolverli. Se la sicurezza non è un problema, ci sono sempre altre cose su cui lavorare che sono eccitanti, stimolanti e non noiose.

Quindi, se stai uscendo da un ottimo anno di prestazioni di sicurezza, congratulazioni per il job ben fatto! E sappi bene che ora sei nella Zona di pericolo. Pensare che ti motiverà a fare le cose giuste per evitare quel rischio, compiacimento.

D'altra parte, se stai uscendo da uno di quegli anni, archivia questa edizione e leggila quando sei di nuovo in cima. Potrebbe semplicemente aiutarti a rimanere lì e a rimanere fuori dalla Zona di pericolo.

Paul Balmert
Gennaio 2018

Diffondere la parola

Condividi su Facebook
Condividi su Linkdin
it_ITItalian
Torna su