I 10 gestori degli errori principali rendono la gestione delle prestazioni di sicurezza

Errore più grande numero 10

Errore numero maggiore 10:
Affidarsi alla speranza come metodo

 "La speranza non è un metodo"

~ Generale Gordon Sullivan

Pochissimi di noi hanno iniziato la loro carriera lavorativa come manager: ci siamo fatti strada fino al lavoro. Quando abbiamo terminato la nostra formazione, abbiamo trovato il nostro primo lavoro nel settore. Che quel lavoro fosse l'apprendista, l'operatore, il disegnatore, l'ingegnere o il lavoro in ufficio, l'unica persona che gestivamo nei primi anni della nostra carriera era noi stessi.

Non che imparare un nuovo lavoro e iniziare una carriera non presentasse i suoi problemi, ma come abbiamo appreso in seguito, la gestione delle persone presenta una serie di sfide che pochissimi di noi sono mai completamente preparati a gestire.

Con il progredire della nostra carriera, abbiamo scoperto che ci piaceva quello che stavamo facendo ed eravamo bravi nel lavoro che facevamo. Essere bravi, fare il nostro lavoro non sembrava poi così difficile. Non passò molto tempo prima che iniziassimo a essere riconosciuti per le nostre capacità e potenzialità.

Poi, un giorno qualcuno ci ha offerto l'opportunità di gestire gli altri, che fosse quello che volevamo fare fin dall'inizio o meno. Ovviamente abbiamo accettato la promozione.

Di tutti i nuovi incarichi che incontriamo nel corso della nostra carriera, nessuno è più grande del passaggio dalla gestione di se stessi alla gestione degli altri. Quando sono stati descritti il nostro nuovo incarico e le nostre responsabilità, ci è stato ricordato che "sei anche responsabile della sicurezza di coloro che ti sono stati assegnati". Nell'industria, ai manager è affidata la sicurezza di chi fa loro capo.

Ovviamente lo sapevamo. Capivamo tutti che la responsabilità per la sicurezza degli altri faceva parte del lavoro.

Capivamo davvero cosa significava? Abbiamo apprezzato appieno il fatto di essere diventati responsabili di come si comportavano le altre persone, che fossimo accanto a loro o no? Che questa responsabilità potesse pesare così tanto su di noi mentre stavamo con la famiglia di un lavoratore infortunato, non sicuro se sarebbe sopravvissuto alla sua ferita? Che questa responsabilità ci costringerebbe a trattare con le persone con cui lavoriamo in modi che non le renderebbero sempre felici di vederci?

La verità si è rivelata essere che la gestione delle prestazioni di sicurezza era probabilmente la parte più difficile del nostro lavoro di manager, e quella per la quale avevamo la minima preparazione.

Immaginare questo:

Stai cercando un buon atleta all'interno della tua forza lavoro per un'opportunità di business molto speciale. Ti piacerebbe trovare qualcuno con una grande coordinazione occhio-mano e un track record di successo negli sport competitivi.

Fortunatamente, ci sono molti candidati tra cui scegliere. Ti viene data una lista di candidati: ex quarterback delle scuole superiori, guardie della squadra di basket, giocatori di pallavolo, lanciatori di baseball e persino un giocatore di tennis.

Inizi a intervistare i candidati, cercando quello con il giusto potenziale per questo incarico speciale. Ti concentri su chi è rimasto in forma e ha mantenuto le proprie capacità. Alla fine, ti imbatti nel candidato perfetto: un dipendente che lavora per te da dieci anni; un ex lanciatore di baseball, che ora gareggia nel triathlon.

Gli offri il lavoro e lui accetta. Il suo nuovo incarico, tra l'altro, è giocare a golf con Tiger Woods il prossimo lunedì mattina davanti a una galleria composta dal presidente della tua azienda e da centinaia di suoi amici. Non importa che il candidato che hai selezionato non abbia mai tenuto in mano una mazza da golf in vita sua.

Sembra pazzo?

Certo che lo e. Ma, in un certo senso, non è esattamente quello che è successo quando siamo stati promossi per la prima volta nel management? Ci è stata data la responsabilità di gestire la sicurezza degli altri, anche se non avevamo esperienza di gestione. Qualcuno con il potenziale per apprendere una nuova serie di abilità - capacità di gestione - viene messo in una situazione in cui ci si aspetta che sia in grado di eseguire immediatamente quelle nuove abilità ed eseguirle con successo in modo che nessuno torni a casa ferito e tutti coloro che stanno guardando si esibiscono è impressionato dalla loro competenza.

Non invieremo un macchinista per risolvere un problema con i quadri elettrici. Almeno non senza una formazione e alcune garanzie sulle sue qualifiche elettriche. Promuoveremo lo stesso macchinista a supervisore e ci aspettiamo che sarà in grado di gestire le prestazioni di sicurezza e il comportamento del suo equipaggio. "Andrà benissimo" è quello che abbiamo detto tutti, probabilmente perché è esattamente quello che è successo a noi, e siamo riusciti a sopravvivere all'esperienza.

Grosso errore.

"La speranza non è un metodo." Tuttavia, quando si tratta del ruolo più importante che svolgiamo come manager nell'industria, mandare le persone a casa al sicuro alla fine della giornata, la speranza è il metodo di scelta per preparare i manager per l'incarico.

È stato così che abbiamo iniziato la nostra carriera nel management. E ci siamo voltati e abbiamo ripagato il favore della nostra carriera facendo esattamente la stessa cosa agli altri: assumere persone con un grande potenziale come supervisori e manager; affidando loro la custodia del loro equipaggio; ma non riuscendo a fornire loro il tipo di supporto e addestramento per funzionare efficacemente.

È incredibile che non ci siano stati più fallimenti quando ci siamo trasferiti nella gestione. Almeno dietro di loro, avevamo squadre esperte che lavoravano per noi e le persone per cui lavoravamo sembravano essere in grado di trovare il tempo per aiutarci e istruirci.

Com'è la situazione oggi? Qual è il livello di esperienza dell'esecuzione del lavoro nelle nostre organizzazioni ora? Quanto tempo hanno i senior manager da dedicare ai loro nuovi supervisori e manager, fornendo il coaching e lo sviluppo di cui hanno bisogno?

Affidarsi alla speranza come metodo per insegnare ai supervisori e ai manager come gestire le prestazioni di sicurezza è uno dei più grandi errori che i manager commettono.

Consigli da tenere in considerazione da quelli di noi che hanno commesso l'errore più di una volta.

lascia un commento

Diffondere la parola

Condividi su Facebook
Condividi su Linkdin
it_ITItalian
Torna su